Messaggio
Spac in Borsa Stampa
Borsa - Spac

Le Spac di Borsa Italiana.

SPAC significa Special Purpose Acquisition Company, cioè una societa costituita per fare un investimento collettivo e poi sparire. Sono strumenti di investimento che, dopo aver identificato una azienda da acquisire, servono a raccogliere capitale con lo scopo di arrivare alla quotazione nel mercato Aim-Italia di Borsa Italiana. La SPAC è un accelleratore di IPO, offerta pubblica iniziale, un nuovo modo di fare private equity.

La SPAC prevede una società-veicolo che quotandosi, raccoglie i capitali per acquisire una PMI. Una sola impresa. Una volta completata l’acquisizione, la PMI, società-bersaglio, viene fusa con il veicolo e si trova quotata in Borsa Italiana. La fusione, aggregazione (cosiddetta business combination) con la societa target si deve realizzare in un breve arco temporale (di solito di 24 mesi) e, al termine del processo, la società prescelta viene fusa con la SPAC e portata in Borsa Italiana.

SPAC - Ipo in Borsa.

 

La SPAC prevede quattro fasi:

  1. Costituzione della SPAC da parte dei promotori e sponsor che effettuano un aumento di capitale
  2. IPO offerta iniziale con assegnazione di Azione e warrant
  3. Individuazione di una società target da acquisire
  4. Business combination, oppure liquidazione della SPAC entro 12/24 mesi

La SPAC è inizialmente finanziata da promotori, sponsor che sostengono i costi della offerta pubblica iniziale (IPO).

L’IPO iniziale prevede che i sottoscrittori ricevano una o due azioni e un warrant che possono essere ceduti separatamente. Con il warrant il proprietario ha il diritto di avere azioni ordinarie della SPAC a un prezzo pari al 75% del valore di collocamento e si può esercitare quando la business combination è stata del tutto completata.

Le SPAC hanno profilo di rischio molto basso, per un tempo limitato, ma possibilità di guadagno anche molto elevate se l'operazione giunge a conclusione. Infatti la SPAC prevede che chi investe ma non è d'accordo sulla operazione possa ritirarsi recuperando gran parte del capitale versato. Inoltre la remunerazione dei promotori/amministratori arriva solo alla fine, dopo l'approvazione della business combination e si concretizza con delle azioni della SPAC.

SPAC italiane

Le SPAC in Italia hanno iniziato a quotarsi in Borsa Italiana nel 2011 e sono quasi tutte arrivate alla quotazione in Borsa.

SPAC Italiane.

Le SPAC sono state scelte da marchi come Ivs, Iwb, Fila, Lu-Ve, Sesa: i marchi d'eccellenza del Made in Italy hanno preferito questa strada per arrivare alla quotazione in Borsa Italiana. Questa sembra la strada ed il meccanismo migliore per far arrivare i capitali del risparmio nell'economia reale a favore delle PMI italiane. Il guadagno, la rivalutazione aggregata può arrivare come nel caso di Space/Fila il noto brand di matite, fino al 45% con rischi bassi.

Aispac è l’associazione che riunisce i promotori di Spac.   Altre info: Fabio Tresoldi ( tresoldi [AT] hotmail.co.uk )  - 0044 79 5634 9595