Messaggio
Axelero Stampa
Aim Italia - Società quotate

Axélero S.p.A. quotata in Borsa Italiana.

Axelero è una Internet Company fondata nel 2008 da Leonardo Cucchiarini e Stefano Maria Cereseto. La scheda di Borsa Italiana recita: axélero S.p.A. è una Internet Company fondata nel 2008 da Leonardo Cucchiarini e Stefano Maria Cereseto, opera nel mercato italiano dei Media e della Comunicazione Digitale accompagnando le PMI nel percorso di crescita online. In particolare, axélero offre soluzioni efficaci e innovative di digital advertising e digital marketing, disegnate espressamente per le esigenze delle imprese locali, con l’obiettivo di supportarle nell’ottenere maggior visibilità e contatti utili per il loro business. Collocato a dicembre il 33,7% del capitale a 5,5 euro (mai più rivisti).

Axelero ha debuttato in modo opaco a Piazza Affari sbarcata sull'AIM Italia, al prezzo di collocamento di 5,5 euro ritenuto un po alto. Il flottante dell'Internet Company attiva principalmente nel mercato dei media e della comunicazione digitale è pari al 33,09% circa del capitale (35,29% con l'esercizio dell'opzione Greenshoe), con una capitalizzazione pari a 74,8 milioni. In fase di collocamento la società ha raccolto 24,75 milioni di euro. La mission e gli azionisti.

 

Axelero.

Azionisti

  • Stefano Maria Cereseto 4.508.625 azioni al 14/01/15
  • Leonardo Cucchiarini 4.508.625 azioni al 14/01/15

Management

  • Leonardo Cucchiarini Direttore Generale
  • Stefano Maria Cereseto Direttore Operativo
  • Pietro Intini Direttore Amministrazione e Finanza
  • Massimiliano Papagna Direttore Vendite

Consiglieri

  • Leonardo Cucchiarini Presidente e amministratore delegato
  • Stefano Maria Cereseto Direttore operativo
  • Giulio Valiante Consigliere
  • Matteo Pettinari Consigliere
  • Michele Casucci Consigliere

Axelero - Mission

Portare nuovi clienti alle piccole aziende. Le piccole e medie imprese, i professionisti e gli artigiani sono il target di Axélero (AXEL.MI), l'Internet company che opera nel mercato dei media e della comunicazione digitale locale. Il progetto: i proventi dell'Ipo li utilizzeremo per investimenti mirati in tecnologia e nuovi prodotti", aveva annunciato a inizio dicembre Leonardo Cucchiarini, co-fondatore (con Stefano Cereseto), presidente e amministratore delegato di questa società che ha chiuso i primi nove mesi del 2014 con ricavi pari a 7,1 milioni di euro (+7% sullo stesso periodo del 2013), un Ebitda di 4,2 milioni (+39%) e un utile netto di 1,4 milioni di euro (+43%). "La nostra mission - dice Cucchiarini - è fornire nuovi clienti alle piccole e medie imprese che utilizzano i nostri servizi di comunicazione e marketing digitale locale".

Axelero - 4 portali

L'offerta di Axélero si fonda su quattro portali verticali, ricchi di contenuti e di approfondimenti di interesse specifico, grazie ai quali le PMI, i professionisti e gli artigiani ottengono visibilità esattamente nei confronti del loro pubblico di riferimento:

1) Originalitaly.it è dedicato agli operatori del food & beverage, del turismo e tempo libero, e ai consumatori digitali interessati a questi temi;
2) Shoppingdonna.it è dedicato agli operatori commerciali nei settori abbigliamento, moda, accessori e casa, e al relativo pubblico femminile su internet;
3) ABCSalute.it si focalizza sui medici, le strutture sanitarie e gli operatori del settore, e su tutti i navigatori interessati ai temi della salute;
4) Professionisti.it si concentra sugli avvocati, i notai, i commercialisti, gli architetti, e su tutti gli individui interessati ad informarsi su argomenti e servizi professionali.

Complessivamente nel 2014 i quattro portali hanno realizzato oltre 31 milioni di pagine viste e più di 11 milioni di sessioni.




Axelero ha lanciato di recente un nuovo portale: TiTrovo.it, un innovativo servizio di web marketing chiavi-in-mano, semplice e rapido da attivare, e particolarmente efficace nell'aiutare imprese, esercizi commerciali e professionisti ad emergere e distinguersi nel web locale. "TiTrovo.it aumenta l'esposizione delle PMI sui motori di ricerca e aumenta la possibilità di entrare in contatto con nuovi potenziali clienti nel proprio territorio".

Il cliente riceve un dominio "exact match" in esclusiva: ad esempio www.categoria.provincia.it, oppurewww.categoria.comune.provincia.it. Il dominio exact match, insieme alla creazione di un sito web responsive di ultima generazione, ad attività di ottimizzazione del sito stesso e da ulteriori servizi web di grande utilità, costituisce una soluzione integrata per sfruttare appieno le potenzialità del web locale.

Il progetto di crescita, che inizialmente intende fare leva soprattutto sul mondo dei professionisti e degli artigiani, è piaciuto a Mediobanca che ha accompagnato Axélero sul segmento Aim di Piazza Affari. Il titolo è quotato dallo scorso 11 dicembre, dopo un collocamento a 5,5 euro per azione che ha portato circa 18 milioni di euro nelle casse della società. Il flottante è pari al 33,7% del capitale, i due soci fondatori, Cucchiarini e il direttore generale Stefano Cereseto, si dividono con quote paritetiche il restante 66,3% e le rispettive quote sono vincolate da un lock up con scadenza al dicembre 2015.

Sugli obiettivi di crescita Cucchiarini sceglie un atteggiamento prudente e preferisce non dare cifre precise, ma un'indicazione generale: "Secondo le nostre stime (basate su dati Nielsen, Doxa Digital per Google, IAB/Adex), attualmente il mercato in cui operiamo vale circa 1,7 miliardi di euro, con un solo grande player, Seat Pagine Gialle. Uno scenario plausibile, sulla base di diversi segnali, è che questo mercato possa arrivare a circa 2,8 miliardi di euro nel 2017: noi pensiamo di svilupparci di conseguenza".

Strumento fondamentale di questa crescita, oltre ai prodotti, sarà la rete, prevista in rapida espansione, affiancata da un network di call center, asset ai quali Cucchiarini dedica quotidianamente grande attenzione. "La nostra azienda è digitale, ma chi come me ha alle spalle oltre 20 anni di attività nel settore del marketing e delle promozioni sui media, sa bene quanto è importante il contatto faccia a faccia, quotidiano, locale, tra agenti e clienti".

Aim Italia, giovane listino di Borsa Italiana, grazie a una procedura più snella, favorisce le quotazioni delle PMI e si avvia ad accogliere nuove matricole. Guardando a futuro, a ingrossare le fila dei debutti in Borsa ci sono diverse aziende digital. Come Piteco, leader in Italia nella progettazione e implementazione di soluzioni gestionali nell’area tesoreria e pianificazione finanziaria il cui debutto sull’Aim è previsto in estate.

La società ha già approvato il progetto di quotazione (si parla di un’operazione di 15 milioni). Entro il 2015 arriverà anche H-Farm, il venture capital oltre che accelleratore di start up nato dieci anni fa nella laguna veneta. Aim Italia cresce.