HOME | Vantaggi | Investitori | Nomad | Quotazione | Società quotate | Domande

 
12 | 11 | 2019
FTSE AIM Italia Index

INDICE FTSE AIM ITALIA

Mercato AIM Italia
PMI CAPITAL
Piattaforma fintech

PMI CAPITAL: Nuova Piattaforma Fintech

La Piattaforma fintech di IR Top dedicata agli Investitori di AIM Italia e alle società quotate.

21 Novembre 2017 - 11:00 - Sala Scavi, Palazzo Mezzanotte (Borsa Italiana), Piazza degli affari 6, Milano

L’evento – riservato a Imprenditori e CEO di Società AIM, Investitori Istituzionali e Professionali e NomAd – è a numero chiuso previa iscrizione obbligatoria. Per informazioni e iscrizioni scrivere a: info@irtop.com

Esempio di aspetto di una sezione blog (sezione FAQ)
AIM-Italia: Domanda e Risposta PDF Stampa E-mail
Scritto da Glauco   
Giovedì 30 Luglio 2009 17:33

AIM Italia: Guida

Mercato alternativo del capitale creato a somiglianza del Aim di Londra per quotare le PMI italiane.

Perché quotarsi?

  • Raccogliere importanti risorse finanziare
  • Diversificare le fonti di finanziamento, riducendo ladipendenza dal sistema del creditoRISORSEFINANZIARIE
  • Dare flessibilità e liquidità all’azionariato, consentendo ad alcuni soci di liquidare la loro partecipazione
  • Agevolare il passaggio generazionaleFLESSIBILITA’AZIONARIATO
  • Dare un valore oggettivo e trasparente all’azienda
  • Utilizzare le azioni come moneta per acquisizioni e alleanze strategicheVALOREVISIBILITA’/PRESTIGIO
  • Grande ritorno mediatico
  • Aumentare la credibilità nei confronti difornitori/clienti/partner in termini di trasparenza di obiettivi e risultati


Perché AIM Italia?

  • AIM Italia offre alle società numerosi vantaggi:
  • Riconoscibilità globale del mercatoPool di liquidità dedicato small cap (€12bn)
  • VISIBILITA’GLOBALERiproduce il modello UK, ormai noto agli investitori internazionali
  • KNOW HOW CONSOLIDATO No anni di esistenza della societàNo capitalizzazione e flottante minimiNo Corporate Governance richiestaUlteriori requisiti richiesti dal Nomad
  • SEMPLICITA’DI ACCESSO
    AIM Italia offre la possibilità di ridurre gli adempimenti necessari per la quotazione (con un impatto sui tempi necessari per la quotazione) e successivi
  • AIM Italia è un MTF
  • Documento di ammissione sostituisce il Prospetto Informativo
  • Il Nomad definisce la profondità della duediligence e pianifica la data precisa di ammissione
  • Ammissione di Borsa in 10 giorni
  • No istruttoria di Consob

Nessun resoconti trimestrali + poche formalità

London Stock Exchange trade statistics – September 2008

  • Datiprincipali
  • Numero di società quotate su AIM: 1,609
  • Di cui internazionali: 332
  • Quotazioni su AIM nel 2007: 182123 UK59 internazionali
  • Capitali raccolti (quotazione e successiviaumenti di capitale) 1995-Set.2008: £59bn
  • AIM: il mercato di riferimento per le PMI di tutto il mondo
  • AIM Italia si ispira ad un’esperienza di successo già presente sul mercato londinese

Un modello di mercato di successo AIM ITALIA è stato concepito per diventare il crocevia ideale per l’incontro tra PMI italiane con forte potenziale di crescita e flussi di capitali specializzati in PMI della più importante piazza finanziaria europea

  • Esigenze delle Medie e Piccole Imprese ItalianeEsigenze degli investitori italiani ed esteri
  • Requisiti minimi diammissione
  • Snellezza del processo
  • Presidio di un operatore preposto (“Nomad”)
  • Obblighi informativi


    L’ “ago della bilancia”L’aspetto più innovativo di AIM Italia è rappresentato dalla figura del Nominated Adviser (“Nomad”) che affianca la società e presidia l’integrità del mercato, grazie alla propria reputazione ed esperienza sul mercato dei capitali

NOMAD

  • E’ il punto diriferimento per la società, che gli delega il rapporto con Borsa Italiana
    Gli altri attori del processo di quotazione
    Il Nominated Adviser
  • AIM Italia ruota intorno alla figura del Nomad, ago della bilancia del nuovo equilibrio tra investitori e imprese
  • Banche d’affari / intermediari / società /associazioni professionali che operano prevalentemente nel corporate finance • Risponde ai criteri di ammissione individuati da Borsa Italiana nel Regolamento

CHI E’

  • Valuta l’appropriatezza della società perl’ammissione a AIM ITALIA
  • Pianifica e gestisce il processo di quotazione della società
  • Assiste la società per tutto il periodo di permanenza sul mercatoCHE RUOLOHA

AIM ITALIA: gli altri attori del processo di quotazione

  • SOCIETA’ DIREVISIONE
  • CONSULENTI LEGALI
  • STUDIPROFESSIONALI
  • SOCIETA’ DI COMUNICAZIONE /INVESTOR RELATIONS
  • ISTITUZIONI
  • CONSULENTI FINANZIARI
  • GLOBAL COORDINATOR / BROKERSPECIALIST

    Chi può quotarsi su AIM Italia?
  • I pochi requisiti di AIM Italia fanno sì che molte società possano quotarsi su questo mercato, ma alcune caratteristiche permettono ad alcune società di beneficiare al massimo dell’opportunità AIM Italia;
  • favorite società che hanno...
  • APPARTENENTI A SETTORI ATTRAENTI
  • EQUITY STORY AMBIZIOSA MARGINALITA’ E TASSI DI CRESCITA ELEVATI
  • POTENZIALE BUSINESS GLOBALE

Il processo di quotazione su AIM Italia


Chi investirà in AIM Italia?

  • Investitori istituzionali italiani: fondi tradizionali, hedge, dedicati alle small caps, private banking, private equity, ecc., nei limiti previsti dalla normativa vigente
  • Investitori istituzionali esteri: fondi tradizionali, hedge, fondi dedicati small cap, private banking, private equity, venture capital, forme di investimento alternative, ecc.
  • Retail, che potrà investire sul mercato secondario successivamente alla quotazione (potrà investire in IPO solo se sollecitato tramite Prospetto Informativo)** In attesa di documento di consultazione Consob

Tra gli investitori più attivi nell'AIM:

Black Rock Invesco AXA Fidelity Artemis Lansdowne Partners Credit Suisse AVIVA

Conclusioni

È un modello di mercato efficiente per finanziare e darevisibilità alle PMI accedendo a capitali domestici e internazionali specializzati E’ il simbolo dell’integrazione tra Borsa Italiana e London Stock Exchange E’ una nuova e attesa opportunità per le PMI ambiziose e desiderose di crescere.

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Agosto 2016 11:50
 
AIM-Italia: Responsabilità Nomad PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 30 Luglio 2009 17:23

Obblighi e responsabilità del Nomad

Regolamento Nomad Aim Italia Obblighi Nomad
Art. 8 – Requisiti di permanenza Valutare con regolarità se esso stesso ed i Key Executives continuano a rispettare i requisiti del Regolamento Nomad
Art. 9 – Cambiamenti Key Executives Tempestiva comunicazione a Borsa di qualsiasi cambiamento relativo ai Key Executives – Ogni nuovo Key Executives deve ottenere l’accreditamento. 
Art. 10 – Obblighi informativi a Borsa Modifica ragione sociale, azionisti di controllo o partner, indirizzo ove viene svolta l’attività;
Ricevimento di richiami scritti/disciplinari da qualsiasi autorità;
Mutamenti significativi nella situazione finanziaria o operativa o si stiano per verificare condizioni per apertura procedura concorsuale.
 
Art. 12 – Compliance Ogni Nomad deve nominare al proprio interno il soggetto responsabile della compliance (figura senior) che deve interagire con Borsa per quanto riguarda la verifica della compliance. 
Art. 18 – Indipendenza Il Nomad deve dimostrare in ogni momento che esso stesso ed suoi principali esponenti aziendali sono indipendenti dagli emittenti per i quali operano.
La SCHEDA 1 prevede:
Non è possibile operare contemporaneamente quale Nomad e società di revisione salvo consenso di Borsa (Chinese Wall);
Nessun partner/amministratore/dipendente può essere amministratore di un Nomad Emittente AIM per il quale opera;
Nessun partner/amministratore/dipendente o soggetto collegato può - individualmente o collettivamente – detenere il 10% o più di un Emittente AIM per il quale opera;
Nessun Nomad/partner/amministratore/ dipendente o soggetto collegato può detenere il 3% o più di un Emittente AIM per il quale opera – individualmente o collegialmente – in assenza di procedure volte ad evitare l’insorgere di conflitti di interesse;
Nessun Nomad/partner/amministratore/dipendente o soggetto collegato può operare su strumenti dell’emittente durante un close period;
Prima di assumere un incarico il Nomad deve valutare la propria indipendenza e considerare l’importo della sua eventuale posizione creditizia nei confronti dell’emittente per il quale opererebbe.
 
Art. 19 – Conflitti di interesse Il Nomad non può operare in conflitto di interesse e non può intervenire a supporto di soggetti diversi dall’Emittente AIM per il quale opera in caso di operazioni straordinarie 
Art. 20 – Procedure Il Nomad deve implementare in via continuativa procedure volte a monitorare gli obblighi previsti dal Regolamento ed adottare un apposito manuale delle procedure interne a tale proposito. 
Art. 22 – Mantenimento documentazione Il Nomad deve mantenere traccia delle discussioni intervenute con gli Emittenti AIM nonché dei pareri e delle decisioni chiave. Deve inoltre dimostrare le ragioni sottostanti l’advise offerto.
Periodo: 3 anni
Al fine di dare evidenza dell’attività di controllo il Nomad deve rispettare i parametri della Scheda 3
 

Regolamento Nomad Aim Italia Responsabilità Nomad (fase ammissione)
AR. 1 – Adeguata conoscenza dell’Emittente Conoscenza del settore di business (anche in considerazione del paese di appartenenza e dell’operatività) anche mediante ricorso all’ausilio di terzi esperti;
Idonea valutazione di piano industriale ed informazioni finanziarie storiche;
Valutazione del rispetto del Regolamento Emittenti da parte dello statuto;
Site Visit adeguata e management due diligence – incontri con gli azionisti se opportuni;
Considerare se dare incarico a legali di fiducia per prevenire ad un’adeguata conoscenza dell’Emittente e formare un giudizio indipendente
 
AR. 2 – Amministratori e Consiglio di Amministrazione Al fine della valutazione dell’idoneità dell’emittente il Nomad deve valutare l’adeguatezza di ogni componente del CdA (inclusi candidati) e dell’organo nel suo complesso, tenendo presente l’applicazione delle disposizioni in materia di aggiotaggio e delle altre disposizioni applicabili agli emittenti titoli diffusi tra il pubblico in maniera rilevante.
Predisporre idonei questionari rivolti agli amministratori e verificare i curricula vitae;
Attività di due diligence al fine della verifica delle risposte ai questionari e dei curricula vitae (ricerche a mezzo stampa – verifica camere commercio e referenze da o verifiche presso terzi);
Estensione delle predette attività a top manager e consulenti menzionati nel documento di ammissione nonché valutare   opportunità estensione verifiche ad azionisti rilevanti;
Valutare insieme al management l’implementazione di un’adeguata struttura di corporate governance
 
AR. 3 – Due Diligence Il Nomad deve sovrintendere alle attività di due diligence e convincersi dell’appropriatezza delle attività svolte.
Verificare sia stata svolta adeguata DD finanziaria, fiscale e legale (valutazione PFN e covenants su indebitamento – valutazione debiti scaduti e portafoglio crediti – contratti derivati);
Verifiche sul capitale circolante e sul sistema di reporting (anche con l’ausilio di società di revisione)
Verificare l’opportunità di una DD specialistica (es. marchi e brevetti)
Accurata valutazione dei DD report e delle comfort letter di terzi consulenti al fine della verifica delle necessità di ulteriori interventi di approfondimento
 
AR. 4 – Documento di Ammissione Il Nomad, al fine di poter rendere la dichiarazione di responsabilità, deve sovrintendere e partecipare attivamente alle attività di due diligence.
Coinvolgimento specifico per quanto riguarda la descrizione del business e dei risk factors
Verificare il contenuto delle informazioni finanziarie
Necessità di contributi su particolari tematiche da parte di esperti (es. settore immobiliare o biotecnologie)
In caso di dubbi prendere contatto con Borsa Italiana
 
AR. 5 – Compliance con il Regolamento Emittenti AIM Il Nomad deve verificare se l’Emittente ha implementato procedure idonee al fine di garantire la compliance con il Regolamento Emittenti AIM
Verificare l’adozione di procedure adeguate per garantire il rispetto dei diversi adempimenti (es. diffusione di informazioni price sensitive, comunicazioni ex art. 17, rispetto close period)
Verificare adeguatezza dell’informativa resa agli amministratori su ruoli e responsabilità derivanti dall’ammissione all’AIM Italia.
 

Regolamento Nomad Aim Italia Responsabilità Nomad (continuativa)
OR. 1 – Contatti regolari con l’Emittente Mantenere contatti regolari con l’Emittente in modo da essere continuamente informato sugli sviluppi dell’attività e poter quindi suggerire modalità di comportamento idonee ai fini della compliance con il Regolamento Emittenti ed identificare eventuali violazioni
Valutare aggiornamento amministratori in merito all’adeguata comprensione del Regolamento Emittenti.
 
OR. 2 – Verifica Comunicati Verifica preventiva al fine di assicurare la compliance con il Regolamento Emittenti
Verifica preventiva di tutti i comunicati che devono essere oggetto di pubblica diffusione – Non è richiesta la verifica dei comunicati di routine se il Nomad ritiene che gli amministratori abbiano adeguata capacità ed esperienza
Su tutti i comunicati rivisti dal Nomad deve comparire la sua denominazione e l’indicazione di una persona di riferimento.
 
OR. 3 – Monitoraggio negoziazioni Il Nomad è tenuto a monitorare direttamente – o tramite terzi – il corso delle negoziazioni (specialmente quando ci sono informazioni “price sensitive” non ancora divulgate)
Adeguati automatismi per segnalare significativi scostamenti nelle valutazioni
Contattare l’emittente al verificarsi di variazioni sostanziali per verificare l’opportunità di comunicazioni al mercato
Valutare l’opportunità di monitorare le notizie stampa.
 
OR. 4 – Assistenza con riferimento a modifiche del CdA Il Nomad è tenuto a collaborare con l’emittente in occasione di modifiche nella composizione del CdA e deve (i) valutare l’adeguatezza dei candidati e (ii) valutare l’impatto dei cambiamenti sul corretto funzionamento dell’organo amministrativo
Deve accertarsi che l’Emittente comprenda la necessità di consultarsi con il Nomad in occasione di tali cambiamenti
Deve esaminare il cv dei candidati e valutare la sussistenza dei requisiti previsti della Sezione AR. 2 del Regolamento AIM – valuta nel complesso l’idoneità del candidato rispetto alle necessità dell’Emittente
Interviene con le proprie valutazioni anche in caso di revoca di un membro del CdA.

 
Nomad: Nominaded Advisers PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Maggio 2009 10:00

Elenco degli attuali NOMAD del mercato AIM Italia

Banca Akros S.p.A.

Viale Eginardo, 29 - 20149 Milano

www.bancaakros.it

Massimo Turcato - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 02.43444053

Banca Finnat Euramerica S.p.A.

Piazza del Gesù, - 49 00186 Roma

www.finnat.it

Giulio Bastia - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 06.69933343

Bayerische Hypo - und Vereinsbank AG,

Succursale di Milano (Unicredit Group)

Via Grossi, 10 - 20121 Milano

www.unicreditmib.eu

Roberto Rati - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 02.88628195

Centrobanca S.p.A.

Corso Europa, 16 - 20122 Milano

www.centrobanca.it

Marco Maria Fumagalli - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 02.77814203

Equita SIM S.p.A.

Via Turati, 9 - 20121 Milano

www.equitasim.it

Andrea Vismara - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 02.6204451

Intermonte SIM S.p.A.

Corso Vittorio Emanuele II, 9 - 20122 Milano

www.intermonte.it

Roberto Magnoni - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 02.77115320

MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A.

Via G. Mazzini 46, - 50132 Firenze

www.mpscapitalservices.it

Carmine Mancini - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 06.42048325

UGF Merchant - Banca per le imprese S.p.A.

Piazza della Costituzione, 2/2 - 40128 Bologna

www.ugfmerchant.it

Marco Zanchi - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

+39 051.6318218

Ultimo aggiornamento Giovedì 07 Maggio 2009 10:27
 
AIM Italia: Gli investitori PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Maggio 2009 09:18

Investitori per le PMI italiane: adempimenti delle società 

Gli investitori interessati a AIM Italia sono i fondi, gli edge fund, i privati, le banche. Investitori del circuito internazionale collegato al mercato gemello Aim di Londra che dispone di know how ottenuto in 14 anni di esperienza, mercato dedicato alle small caps, leader mondiale con oltre 1.600 società quotate provenienti da 40 diverse nazioni. 
Una società quotata su AIM Italia deve rispettare una serie di  adempimenti: in primo luogo la comunicazione al mercato di informazioni rilevanti relative alla società, alla sua struttura ed attività. Gli investitori informati investiranno nelle aziende dell mercato AIM Italia.

AIM Italia è un mercato aperto sia agli investitori istituzionali che gli investitori retail (solo sul mercato secondario). Con AIM Italia gli investitori amplieranno le loro opportunità di investimento e potranno operare anche in società di dimensioni più piccole o più giovani rispetto a quelle presenti sul  mercato regolamentato, ma con un alto potenziale di crescita.

La qualità delle società presenti su AIM Italia sarà garantita dalla figura del Nomad e la piattaforma di trading sulla quale sarà possibile negoziare le azioni AIM Italia sarà TradElect, la più sofisticata e la più efficiente a livello internazionale. Tutti gli investitori istituzionali possono negoziare le azioni AIM Italia attraverso il loro abituale broker e la liquidità del mercato - in termini di numero di scambi giornalieri - sarà garantita da un operatore specialista che agirà come liquidity provider su ogni singolo titolo.

Le banche e gli istituzionali sono inizialmente prudenti per poi investire in modo molto deciso se valutano positivamente la società. Non sorprende che il 59% dei capitali raccolti sull'AIM inglese provenga da secondary offerings e che nel 2007 le società quotate sull'AIM siano ricorse al mercato mediamente 4 volte, con aumenti di capitale ripetuti.

Se la società che chiede la quotazione deciderà di presentare il prospetto informativo anche gli investitori retail potranno acquistare titoli in fase di collocamento, mentre potranno liberamente negoziare titoli scambiati su AIM Italia attraverso il loro broker o la loro banca sul mercato secondario dopo la quotazione del titolo. AIM di Londra è un mercato popolare tra i risparmiatori: il 47% delle azioni delle società AIM è infatti detenuto da investitori privati. Non solo retail; anche gli operatori di private equity beneficieranno della semplicità e della rapidità di accesso al mercato caratteristica principale di AIM Italia.

Le azioni di imprese quotate su AIM Italia costituiranno anche un’ottima opportunità di investimento per  i fondi di private equity che perseguono, all’interno delle loro strategie di investimento, anche l’acquisizione di partecipazioni di minoranza. Non solo, gli accordi imprenditoriali tra imprese che decidono di consorziarsi potranno usare le proprie azioni a garanzia o come scambio nella nuova sinergia imprenditoriale. Aim Italia darà uno strumento in più alle aziende più dinamiche, oltre naturalmente al reperimento di capitali freschi necessari per la propria attività.

Ultimo aggiornamento Giovedì 07 Maggio 2009 09:56
 
AIM Italia: Criteri di Ammmissione PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Maggio 2009 08:50

Come Quotarsi su AIM Italia

AIM Italia non richiede criteri minimi di ammissione alla quotazione. Requisito indispensabile per la quotazione all'AIM Italia è la presenza continua del Nomad, (cioè di una banca-consulente) sia nel periodo precedente l'ammissione che in quello seguente l'ammissione. Non è richiesta una capitalizzazione minima o massima della società e non è prevista una soglia minima di azioni sul mercato in termini di flottante. In tema di corporate governance, non sono previsti requisiti particolari, così come non sono previsti requisiti economico-finanziari specifici. Serve il Nomad per la quotazione AIM Italia.

È il mercato stesso, grazie alla figura del Nomad, a definire la dimensione ideale delle società che concretamente verranno ammesse al mercato, il flottante che sarà opportuno collocare per garantire adeguata liquidità al titolo e i presìdi in termini di governance per tutelare gli azionisti di minoranza.

La società per l’ammissione all' AIM Italia deve solo dotarsi di un Nomad (Nominated Adviser) che la deve accompagnare e seguire a partire dalla fase di ammissione e per tutto il successivo periodo di permanenza sul mercato con un’attività di tutoring continua, per fareil modo che la società sia sempre in grado di rispettare gli adempimenti previsti dal regolamento del mercato AIM Italia

La società per iniziare deve redigere soltanto il documento di ammissione, che riporta le informazioni utili per gli investitori relative all’attività della società, al management, agli azionisti e ai dati economico-finanziari.

La società, dopo la quotazione, non deve presentare i resoconti trimestrali di gestione, ma solo il bilancio e la relazione dell'ultimo semestre. Tuttavia prima di avviare il processo di quotazione è meglio analizzare attentamente gli aspetti societari e gestionali e pianificare la preparazione alla quotazione al mercato AIM Italia. E' consigliabile anche predisporre un serio piano industriale ceh sia credibile, migliorare i sistemi di controllo di gestione. Gli investitori, apprezzeranno la chiarezza e aderiranno al processo di quotazione. Chiarezza e poche formalità quindi per quotarsi al mercato Aim Italia in tempi ristretti. 

Un Piccola medio azienda a chi deve chiedere maggiori informazioni sui criteri di ammissione e sul processo di quotazione? Deve contattare il Relationship Manager di Borsa Italiana responsabile di zona. Il primo passo per la quotazione ed il finanziamento della propria azienda con capitali freschi.

Ultimo aggiornamento Giovedì 07 Maggio 2009 10:36